Mentre lo stato è latitante il tempo scorre ed il dolore e la vergogna aumentano

In questi ritagli di articoli di giornale si evince tutta la malvagità ed arroganza a scopo di lucro di uno stato che tratta i propri cittadini come criminali incalliti e li condanna alla peggiore delle pene aplicabili : la sottrazione dei figli.
MI vergogno sempre di più di appartenere ad una nazione democratica oramai solo sulla carta ma in realtà in un clima un'omertoso di molti, lucra sui genitori e sopratutto sui bambini indifesi con la complicità alcuni elementi dei servizi sociali, pseudo-psicologi (con palesi conflitti di interesse) che hanno la stessa umanità di una mazza per forgia, giudici onorari invischiati con case famiglia in prima persona o tramite prestanome, parenti ed amici e forti di un sistema giiudiziario vecchio come i datteri ed obsoleto che ha già condannato i genitori in partenza, negando loro la possibilità di difendersi, senza il minimo compromissorio e sopratutto nessuna verifica su quanto dichiarato dai servizi sociali o dai delatori (presunti testimoni anche anonimi) ottenendo come unico risultato quello di gettare genitori nell'inferno della disperazione.