Non solo Forteto e Bibbiano

Erano gli anni 1996/1997 e in paesi della bassa modenese venna a galla una dolorosa storia detta "i diavoli della bassa".

Nel torbido racconto erano venuti alla luce racconti di messe sataniche e di pedofilia in cimiteri, tombe profanate, bambini e animali massacrati in nome di satana.

In tgeoria fatti gravissimi ma tutto basato sui racconti di bambini, per il resto in quei cimiteri indicati meticolosamente non venne mai riscontrata la minima traccia così pure non si ebbe mai notizia di neonati o bambini scomparsi in quella zona.

L'inchiesta portò alla sottrazione da parte dei servizi sociali, psicologi e tribunale dei minori di 16 bambini di età compresa tra 0 e 12 anni e processi che portarono a pesanti condanne.

Su questi fatti la ex iena Pablo Trincia ha condotto una personale inchiesta esaminando centinaia di documenti e materiale audiovisivo giungendo a scrivere un libbro ed alla publicazione di un podcast dal titolo molto eloquente: veleno.

Per chi fosse interessato al libbro lo si può trovare su Amazon cliccando la parola VELENO mentre il podcast lo si puo trovare su Amazon music unlimited cercando Pablo Trincia veleno.

 

In questo sito

In questo sito vogliamo portare all'attenzione dell'intero mondo civilizzato un preoccupante e devastante fenomeno di cui i mass media non parlano ed il mondo della politica sembra lavarsene le mani ovvero: i sequestri di stato con lo scandalo dei giudici onorari, i facili guadagni delle cosidette case famiglia, la totale mancanza di controllo sui servizi sociali e su quanto dagli stessi asserito e per ultimo ma non meno importante delle leggi antidiluviane con processi farsa che lasciano ben pochissime possibilità a chi si vede sospendere la patria ptestà di potersi difendere per riavere i propri figli.
Parlando di noi vogliamo fare conoscere un dolore che non è solo il nostro ma è anche di tantissime famiglie italiane che stanno subendo la stessa abominevole ingiustizia alle quali va tutta la nostra solidarietà e comprensione.

Ovunque tu sia piccina mia, sei sempre nel nostro Cuore ed ogni giorno ci manchi sempre più.
Mamma Claudia e Papà Cesare, gli unici che ti vogliono bene !

Elisa e Marcello sono il simbolo di tante famiglie a cui sono stati sottratti i figli con la menzogna, poteva essere sufficente il caso del forteto in toscana per aprire inchieste in tutta Italia.

Spero con tutto il cuore che il nuovo capitolo dal nome "Angeli e Demoni" questa volta si estenda davvero su tutto il territorio nazionale facendo luce su uno dei peggiori scandali della storia Italiana.

 

  RIVOGLIAMO NOSTRA FIGLIA  

Ci chiamiamo Cesare e Claudia e siamo una coppia di genitori derubati di nostra figlia che manca da casa dall'agosto 2013 quando aveva solo 4 anni.
Ci è stata portata via dal tribunale dei minori a causa delle menzogne dei servizi sociali a cui avevamo chiesto un lavoro in quanto disoccupati ed un sostegno alla genitorialità.
Per tutta risposta i servizi sociali invece di aiutarci hanno fatto una segnalazione al tribunale dei minori inventandosi letteralmente che noi saremmo "stanchi, incapaci e pertanto inadeguati a fare i genitori" arrivando persino alla discriminazione.
Nostra figlia ci manca sempre più ed il dolore per il suo allontanamento forzato cresce ogni giorno ma noi abbiamo deciso anche se soli di non arrenderci e fare tutto il possibile per riportarla a casa.
Pur consci che non si possa fare di tutta l'erba un fascio, in queste pagine vogliamo portare all'attenzione di tutti come lo stato per mano di alcune persone prive di ogni controllo vengano distrutte le famiglie italiane andando ben oltre i fondamentali diritti costituzionali della famiglia e dell'infanzia.

 

Questo articolo molto interessante e sempre estremamente attuale sopratutto alla luce degli arresti in provincia di Reggio Emilia, redatto da Maurizio Tortorella (Panorama) sul tema: "Lo scandalo dei giudici minorili onorari"

Guardate bene questo video che tratta di un'intervista della iena Matteo Viviani all'avvocato Francesco Morcavallo sugli allontanamenti troppo facili di minori e senza motivi validi da parte del tribunale dei minori e dei servizi sociali.